Vetrina / DIBATITTO / Società / Benedetto XVI prega per la conversione d’Israele

Benedetto XVI prega per la conversione d’Israele

Benedetto XVI ha modificato la preghiera per gli ebrei contenuta nel messale romano di San Pio V. Nel vecchio testo si pregava per la conversione degli ebrei chiedendo a Dio di sottrarre “quel popolo… alle sue tenebre” e di rimuoverne “l’accecamento”. I rabbini capi di Gerusalemme, guide spirituali delle comunità sefardita e aschenazita, avevano scritto a Ratzinger per chiedere la modifica della preghiera del venerdì santo.

il rabbino Giuseppe Laras, presidente dell’Assemblea dei rabbini d’Italia, aveva spiegato: “Temiamo che quelli che leggono possano fare due più due e ragionare in questi termini: se noi preghiamo perché Dio tolga l’accecamento dagli ebrei significa che essi sono fuori dalla verità e questo può spingere fino all’antisemitismo”.

Benedetto XVI ha perciò modificato così la preghiera: “Oremus et pro Iudaeis Ut Deus et Dominus noster illuminet corda eorum, ut agnoscant Iesum Christum salvatorem omnium hominum”. (“Preghiamo anche per i giudei affinché il Signore Dio nostro illumini i loro cuori, affinché riconoscano che Gesù Cristo è il salvatore di tutti gli uomini”).

E continua: “Oremus. Flectamus genua. Levate. Omnipotens sempiterne Deus, qui vis ut omnes homines salvi fiant et ad agnitionem veritatis veniant, concede propitius, ut plenitudine gentium in Ecclesiam Tuam intrante omnis Israel salvus fiat. Per Christum Dominum nostrum. Amen” (“Preghiamo. Inginocchiamoci. Alzatevi. Onnipotente eterno Dio, tu che vuoi che tutti gli uomini si salvino e giungano alla conoscenza della verità, concedi clemente che tutto Israele si salvi entrando insieme con la totalità dei popoli nella tua chiesa. Per Cristo nostro Signore. Amen”)

Commenti sul Sito e/o su Facebook

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare il tuo account di Facebook

Controlla Anche

Renzi padre-figlio. Non è questo il… fatto

Marco Lillo ha pubblicato parte di un’intercettazione di una telefonata tra il figlio, Matteo, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.