Vetrina / DIBATITTO / Società / Arsenali militari,
l’Antitrust indaga su 13 imprese

Arsenali militari,
l’Antitrust indaga su 13 imprese

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm), meglio nota come Antitrust, ha avviato un’indagine per verificare se ci sia stata un’intesa tra 13 imprese in merito ad una serie di appalti.
Le imprese prese di mira sono: Tecnosit, Tps Taranto, Siman, Maren, Consorzio Chio.me, Serveco, Coibesa Thermosound, Technomont Taranto, Comerin, Work service in liquidazione volontaria, Metalblok, Ecoedil professional e Sait.

Queste società hanno vinto appalti (più di 14 milioni di euro) per servizi di bonifica e smaltimento dei materiali potenzialmente inquinanti o pericolosi su navi negli arsenali di Taranto, La Spezia ed Augusta.
Il provvedimento dell’Agcm è stato notificato oggi, 18 aprile 2014, nel corso di alcune ispezioni effettuate in collaborazione con il gruppo antitrust del Nucleo speciale tutela mercati della Guardia di Finanza.
Il procedimento dovrà concludersi entro il 30 settembre del prossimo anno.

L’Antitrust fa sapere che secondo le prime ricostruzioni «il comportamento delle imprese evidenzierebbe alcune anomalie che sembrerebbero incompatibili con un normale svolgimento in senso concorrenziale delle procedure di gare».
gs

Commenti sul Sito e/o su Facebook

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare il tuo account di Facebook

Controlla Anche

Renzi padre-figlio. Non è questo il… fatto

Marco Lillo ha pubblicato parte di un’intercettazione di una telefonata tra il figlio, Matteo, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.