Vetrina / ATTUALITÀ / Economia / Carroarmato Usa per Finmeccanica

Carroarmato Usa per Finmeccanica

Finmeccanica ha raggiunto un accordo per l’acquisto del 100% di Drs Technologies, un’azienda militare americana che opera nella produzione di sistemi operativi per i carri armati Abrams e per i “destroyer” Aegis, navi da guerra con avanzati sistemi missilistici. Finmeccanica pagherà 81 dollari per azione in contanti, pari ad un importo complessivo di circa 5,2 miliardi di dollari (3,4 miliardi di euro), compresa l’assunzione di 1,2 miliardi di dollari di indebitamento netto dopo la conversione anticipata delle obbligazioni convertibili di Drs. L’operazione – si legge in una nota – consente a Finmeccanica di consolidare il proprio ruolo di protagonista a livello mondiale nell’ambito delle forniture di sistemi integrati per la difesa e sicurezza, inserendosi con un ruolo di primo piano anche nel mercato Usa e consente a Drs nuove e importanti opportunità di business negli Usa e all’estero. L’acquisizione di Drs – prosegue la nota – sarà effettuata mediante una fusione inversa, attraverso la costituzione da parte di Finmeccanica di una società di diritto statunitense che sarà fusa in Drs, con conseguente delisting di quest’ultima. Analogamente alle altre società del gruppo Finmeccanica, Drs verrà integrata nel Gruppo mantenendo la sua attuale struttura manageriale e la sua sede principale.

Il presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, Pier Francesco Guarguaglini, ha spiegato: “L’operazione rappresenta la prosecuzione naturale della nostra strategia di investimento ed espansione nei mercati UK e Usa e ci permette di sostenere le Forze Armate Usa con i nostri prodotti ad alto contenuto tecnologico, come già avvenuto con lo US101 e il C-27J”.

L’operazione di acquisizione di Drs è stata finanziata grazie alla dismissione di alcuni asset, tra cui “l’Ipo di una quota di maggioranza di Ansaldo Energia, con un’operazione simile a quella che ha portato al collocamento di Ansaldo Sts che è stata un grande successo”. Lo ha spiegato il condirettore generale e direttore finanziario del gruppo italiano, Alessandro Pansa, aggiungendo che si pensa di andare sul mercato “entro fine anno”. Nella nota in cui ha annunciato l’acquisizione della società Usa, Finmeccanica ha già fatto sapere che finanzierà l’acquisizione con un finanziamento bancario, che verrà successivamente rimborsato con una combinazione di aumento di capitale, emissione di obbligazioni a lungo termine e cessione di attività. Tra queste ultime è, appunto, prevista la quotazione in borsa di Ansaldo Energia.

Qui di seguito riportiamo il comunicato statunitense.

ROME and PARSIPPANY, N.J., May 12 /PRNewswire/ — Finmeccanica, S.p.A. (Milan: FNC), a world leader in the supply of electronics equipment and defense and security systems and services, and DRS Technologies, Inc. (NYSE: DRS), a leading supplier of integrated defense electronics products, services and support, today announced that they have signed a definitive merger agreement under which Finmeccanica will acquire 100% of DRS stock for US$81 per share in cash. The transaction allows Finmeccanica to consolidate its international role as a key supplier of integrated systems for defense and security, entering the U.S. market as a key player. It further allows DRS to seek new business opportunities in the U.S. and abroad. The transaction, valued at approximately US$5.2 billion (euro 3.4 billion), inclusive of approximately $1.2 billion in net debt, following the conversion of DRS’ convertible notes, represents a premium of 27 percent to DRS’ closing share price on May 7, 2008; it is also a 32 percent premium over DRS’ thirty-day average stock price traded on the NYSE.

Commenti sul Sito e/o su Facebook

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare il tuo account di Facebook

Controlla Anche

Alitalia sull’ultima pista: liquidazione/fallimento

C’è una cosa che tutti sanno ma pochi dicono per una serie di motivi: la tragedia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.