Vetrina / ATTUALITÀ / Economia / Cavi italiani per il nucleare cinese

Cavi italiani per il nucleare cinese

La Cina va avanti con il programma nucleare stringendo accordi con società americane, canadesi, francesi e italiane. Per due nuove centrali in costruzione nelle province di Liaoning e di Fujian, la China Nuclear Power Engineering Company ha affidato alla Prysmian Cables & Systems la progettazione, produzione e installazione di cavi speciali di tipologia K1 (interni al reattore) e K3 (esterni al reattore) per cablare gli impianti.

I cavi verranno progettati e prodotti negli stabilimenti di Prysmian in Francia, a Paron, e direttamente in Cina nel nuovo stabilimento di Tianjin. La commessa ha una durata di 4 anni e un valore di circa 10 milioni di euro. Prysmian ha recentemente presentato un piano di sviluppo delle attività in Cina che ha come obiettivo l’incremento dell’attuale fatturato del 50% entro il 2010, puntando in particolare nei settori a maggior valore aggiunto dei cavi e sistemi per reti alta tensione, cavi per i settori industriali e cavi ottici. In Cina Prysmian è presente con 5 impianti produttivi e oltre 1.000 dipendenti. Tra le più recenti commesse, il cablaggio del villaggio olimpico Pechino 2008, il cablaggio della nuova metropolitana di Pechino e la fornitura di cavi per la nuova rete alta tensione di Shanghai.

Prysmian S.p.A. è un’azienda italiana con sede a Milano, nata nel 2005, ad opera del gruppo Goldman Sachs, per acquisire le attività della Divisione Cavi e Sistemi di Pirelli & C. SpA. Prysmian è divisa in due settori: Cavi e Sistemi Energia (cavi per la trasmissione e distribuzione di elettricità) e Cavi e Sistemi Telecom (cavi per le telecomunicazioni e cavi in fibre ottiche per la trasmissione di dati). Prysmian è presente in 34 Paesi con 54 stabilimenti, 7 Centri di Ricerca in Europa, negli Stati Uniti e in Sud America e oltre 12.000 dipendenti. Le azioni della società sono diffuse soprattutto tra fondi di investimento stranieri. Prysmian Lux II (cioè Goldman Sachs) ha accettato l’anno scorso l’offerta di Taihan Electric Wire Co. Ltd (società coreana) rivolta all’acquisto del 9,9% del capitale di Prysmian. Complessivamente la partecipazione di Prysmian Lux II in Prysmian scenderà al 31,8%. Il 54% di Prysmian vale circa 1,9 miliardi di euro, quindi è ipotizzabile per Goldman Sachs un guadagno dalle operazioni di circa 420 milioni al lordo di eventuali sconti. Va ricordato che dall’Ipo Prysmian, Goldman Sachs aveva incassato 1,24 miliardi, rispetto agli 1,4 miliardi versati al gruppo Pirelli per rilevare il 100% del gruppo.

Dal bilancio 2007, apprendiamo che dopo il nuovo stabilimento di cavi “Ombelicali” in Brasile, entrato nel 2007 a pieno regime di produzione, nel corso dell’anno Prysmian ha dato il via a un altro importante investimento per la realizzazione di un nuovo stabilimento per cavi alta tensione in USA. Il progetto di crescita che vede impegnata Prysmian è stato rivolto non solo all’interno ma anche all’esterno con una politica di acquisizioni che, dopo le operazioni realizzate nel 2006 tra le quali la acquisizione del business cavi di Angel Group in Cina, ha visto il Gruppo portare a termine nuove operazioni come l’acquisizione delle attività di International Wire & Cable (IWC), azienda neozelandese specializzata nella produzione di cavi mediatensione e, soprattutto, l’accordo definitivo con l’indiana NiccoCorporation, per la costituzione di una joint venture di cui Prysmian deterrà il 60% e che assorbirà tutte le attività nel settore cavi della Nicco. Questa ultima operazione permetterà a Prysmian di acquisire una significativa presenza produttiva e commerciale in un mercato come quello indiano che presenta notevoli prospettive, grazie ai rilevanti investimenti in infrastrutture che sono in corso.

Commenti sul Sito e/o su Facebook

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare il tuo account di Facebook

Controlla Anche

FIGC: IL CALCIO ITALIANO FATTURA CIRCA 4 MILIARDI

La Figc ha presentato alla Camera “Il conto economico del calcio italiano”. È la prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.