Vetrina / FOCUS / Segmenti / 20 marzo 2015: eclissi solare dalle 9,30
Lo spazio ci costa un caffè al mese

20 marzo 2015: eclissi solare dalle 9,30
Lo spazio ci costa un caffè al mese

Domani, 20 marzo 2015, la Luna coprirà il Sole a partire da pochi minuti prima delle 9,30. Verso le 10,30 – 10,40 l’eclissi sarà al massimo e finirà poco prima di mezzogiorno.
Chi sta a Milano vedrà il 68% di oscuramento del Sole, a Roma se ne vedrà il 56% e a Palermo il 50.
Questa eclissi è straordinaria per il fatto che coincide con l’Equinozio di Primavera.
L’Agenzia Spaziale Italiana ha diffuso un comunicato per sottolineare il rilievo scientifico dell’eclissi, ma anche per ricordare che «lo spazio è al centro dei programmi di sviluppo di tutte le nazioni industrializzate al mondo e l’Italia, con l’Asi, le sue industrie e i suoi ricercatori, è ai primi posti fin dall’inizio dell’era spaziale».

I conti parlano chiaro: per ogni euro investito nello spazio, scrive l’Asi, «ne abbiamo almeno tre di ritorno. Un rapporto che cresce anche fino a 10 nel settore delle telecomunicazioni».

Il Sole condiziona tutta la vita sulla Terra ed è ovvio che più se ne sa e meglio è. L’Asi ricorda, per esempio, che le esplosioni solari più intense possono provocare danni alla reti di distribuzione dell’energia e che alcuni black-out sono stati causati proprio dalla radiazione solare.

Senza le attività spaziali, oggi non avremmo cellulari, internet, tv via satellite o navigatori. Non avremmo abiti tecnici per le nostre attività sportive o previsioni meteorologiche affidabili. Non sarebbe possibile il monitoraggio ambientale del nostro pianeta né avremmo apparecchiature mediche all’avanguardia.
Andare nello spazio, scrive il comunicato Asi, non è costoso in termini assoluti se si pensa che il bilancio annuale dell’Agenzia Spaziale Italiana, poco più di 500 milioni di euro, comporta un costo pro capite inferiore ai 10 euro l’anno, che sono meno di un caffè a testa al mese. Se l’Italia decidesse di aumentare questa spesa da un caffè a un cappuccino, avremmo un budget simile a quello di Germania e Francia.
G.S.

Commenti sul Sito e/o su Facebook

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare il tuo account di Facebook

Controlla Anche

25 aprile: la morte per Emilio Salgàri arrivò sul filo di una katana

Esattamente centocinque anni fa, il 25 aprile del 1911, lo scrittore Emilio Salgàri fece harakiri: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.