Vetrina / ATTUALITÀ / Europa / Ali d’Italia per i bulgari

Ali d’Italia per i bulgari

Alenia Aeronautica, ha consegnato alla Bulgaria il primo dei cinque C-27J ordinati nel 2006. Gli “Spartan” andranno a sostituire i vecchi Antonov An-26 russi e, soprattutto, doteranno l’aviazione bulgara di un aereo compatibile con gli standard Nato. E’ un airlifter solido, con capacità di resistenza in ambienti ostili, affidabilità e manovrabilità senza paragoni. Può operare senza difficoltà su piste brevi e accidentate in aree remote, senza alcun supporto esterno. Ha una velocità di 487 km/h e un’autonomia (a pieno carico) di 1.260 km. L’aereo è stato ordinato anche dalla nostra Aeronautica Militare, dalle forze aeree greche (12 esemplari ciascuno) e dall’Aeronautica Lituana (3 esemplari) ma punta su di un mercato di 400/500 esemplari essendo stato selezionato anche dagli Usa (il 13 giugno 2007 la Finmeccanica – l’Alenia Aeronautica è sua – aveva annunciato la vittoria della gara per la fornitura alle forze armate statunitensi di 145 C-27J per un valore di circa 6 miliardi di dollari). e dalla Romania. Il C-27J è anche in pole position in Australia, in Canada ed in diversi paesi dell’Europa Orientale.

La versione ordinata dall’Aeronautica Militare è tra le più ricche con strumentazione che comprende Hud (Head up display), una suite avionica di protezione elettronica (passiva) contro missili, sonda per rifornimento in volo. Può trasportare fino a 46 paracadutisti o 60 soldati oppure 11,5 tonnellate di materiali. I C-27J bulgari sono invece equipaggiati con un sistema di autodifesa Dass (Defensive aids sub system) attivo e passivo, in grado di proteggere il velivolo contro minacce provenienti da terra e, per la protezione dei serbatoi, con un sistema Obiggs (On board inert gas generator System – filtraggio molecolare dell’aria che produce azoto per la pressurizzazione). Lo Spartan è stato appositamente progettato per tutte le operazioni di trasporto tattico a supporto delle truppe di prima linea, grazie alle sue capacità di operare in piena autonomia e di decollare e atterrare in ogni condizione meteorologica su piste semipreparate lunghe meno di 500 metri. E’ l’airlifter ideale anche per le missioni di protezione civile e per il sostegno alle attività umanitarie (in quel caso trasporta 36 barelle e 6 assistenti sanitari per operazioni di Medevac (Medical evacuation).

Commenti sul Sito e/o su Facebook

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare il tuo account di Facebook

Controlla Anche

Merkel vince nel Niedersachsen. In Italia cala il M5s

Angela Merkel ha superato un’altra prova elettorale prima del grande test di Berlino che ci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.