Vetrina / Segmenti

Segmenti

Mario Capanna alla radio. Io al cesso

Vado al cesso e accendo la radio. Una voce dice che twitter sollecita la tempestività che nega l’approfondimento. Depreca la criminalizzazione dell’avversario. Condanna l’ignoranza dilagante nella classe politica dominante. Parla di latino e di dialogo. All’improvviso lo so: è Mario Capanna. A chi rumina al pari di Don Abbondio “Capanna! …

Segue »

Sesso e cammelli. The sexual desire..

The sexual desire of the camel is greater than anyone thinks. One day while out in desert he wanted to bugger the Sphinx. The Sphinx’ posterior orifice was blocked by the sand of the Nile. This accounts the humps on the camel and the Sphinx’ inscrutable smile.   Assomigliamo un …

Segue »

CARTA STAMPATA IN CRISI
Repubblica, Stampa e Secolo XIX
finiscono sotto un solo padrone

Fra poco i quotidiani “la Repubblica”, “La Stampa” e “Il Secolo XIX” avranno un solo padrone. Apriti cielo! Cos’hanno in comune?, strillano gli ultimi illusi dell’influenza esercitata dalle diversità culturali. Il medesimo approccio, replicano gli illuminati di sinistra ricordando che quei giornali fioriscono in un comune humus nutrendosi di un …

Segue »

La moneta rara

Sprofondato in una traballante seggiola di cuoio imbiancato dagli anni, il vecchio mercante guardava di sotto le lenti il ragazzo che era appena entrato. La pedana di legno scricchiolava ad ogni più piccolo sussulto di quella autentica poltrona spagnola coloniale. Derubate dell’originale tornitura dai continui rappezzi, le quattro gambe gemevano …

Segue »

EVOLA FINISCE SU “LIBERO”
Niente di inedito. Più di novanta anni or sono
Nietzsche: «L’Europa è in un vicolo cieco»

«Chi ha creduto di aver compreso qualcosa di me si è costruito, usando me, qualcosa a sua immagine…». Lo scriveva nel 1888 il quarantaquattrenne poeta-filosofo tedesco Nietzsche in “Ecce homo”. Quell’intuizione è valida tutt’oggi e va sotto l’etichetta di “Nietzsche-Rezeption”, che sarebbe a dire: ciascuno si piglia quello che gli …

Segue »

Gabriele Adinolfi, fascista ricercato
ovvero la latitanza fa bene al guerriero

Gabriele Adinolfi ha sfornato un altro libro. Mantenendo questo ritmo di produzione, potrebbe arrivare a minacciare il primato della “Comédie humaine” generata dal più che prolifico Honoré de Balzac. “Io fascista ricercato” (edito da Soccorso sociale) continua il racconto della tragedia umana che ha iniziato quindici anni fa con “Noi …

Segue »