Vetrina / 2012 / marzo

Archivi Mensili: marzo 2012

Se scende Monti, sale lo spread

C’è ancora qualcuno che non ha ben compreso come stanno le cose: Monti deve restare dove sta, altrimenti qualcuno si arrabbia. E sarebbero brutti ca…voli! Si tornerebbe, cioè, al default (fallimento) imminente di qualche mese fa. Ricordate? Beh, provo a fare un riassunto delle puntate precedenti. I “mercati” fanno schizzare …

Segue »

Lavoro: Monti ha battuto Mastella

Tra qualche anno anche il Giappone dovrà vedersela con i problemi dei quali soffre l’Italia. La crescita nipponica è stata alimentata per circa mezzo secolo da imponenti masse giovanili, giacché la guerra aveva “impedito” l’invecchiamento della popolazione. La capacità di risparmio (il debito pubblico è tutto nelle mani dei fedeli …

Segue »

Art.18: il fallimento del vecchio sindacalismo

La Cgil sta mettendo in difficoltà il Pd. Il governo Monti procede come un carro armato e l’unico modo per fermarlo, togliendogli cioè la fiducia, sarebbe anche un formidabile ricostituente per il Pdl. Lo scontro sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori (Legge 20 maggio 1970, n°300, “Norme sulla tutela della …

Segue »

Marò sequestrati in India: sconfitta comunista

Anoop Jacob del KC(J) – Kerala Congress (Jacob) – ha vinto le elezioni a Piravom con 82.756 voti. L’United Democratic Front (UDF) mantiene così la maggioranza di governo. Come avevo ricordato nell’articolo sul sequestro del maresciallo Massimiliano Latorre e del sergente Salvatore Girone, i due fucilieri del San Marco accusati …

Segue »

L’India: niente cauzione per gli assassini italiani

Come vanno le relazioni Italia-India? Come al solito. Il maresciallo Massimiliano Latorre e il sergente Salvatore Girone (da sinistra a destra nella foto) sono tuttora sequestrati dagli indiani e il governo Monti li ha abbandonati nelle mani dei diplomatici. I quali si muovono, appunto, diplomaticamente: protestano, richiamano, ammoniscono, avvertono. Tutte …

Segue »

Gli Armeni, la Turchia, la Francia e la Storia

Ha subito una battuta d’arresto la legge francese che vieta di negare il genocidio degli Armeni ad opera, un secolo fa, della Turchia. Il Consiglio costituzionale (l’equivalente della nostra Consulta) ha annullato l’intera normativa, che, lo ricordo per i più distratti, prevedeva la reclusione fino ad un anno a carico …

Segue »